Editoriale Settembre 2019: In soli due minuti

Editoriale di Settembre

In soli due minuti.
Ormai da anni, nelle pre-serate subalpine, presentiamo fotografi più o meno famosi e le loro storie.
Pochi minuti a disposizione in cui cercar di fare le bucce a vite intere attraverso un paio di scatti.
È un’operazione apparentemente facile, basta spremere tutto lo scibile di ciascun autore e trattenerne solo le gocce del miglior umore, ma parimenti complessa proprio per gli stessi motivi.
In alcuni casi poche parole sono sufficienti, specie quando sono le fotografie ad avere lo spazio del palco, ma in altre situazioni quei pochi attimi diventano un’epitome inadeguata e insufficiente.
Abbiamo accennato alla vita della Arbus come quella di Jeanloup Sieff, di Rodchenko piuttosto che quella Cornell Capa ma è stato come spostare un libro sul tavolo senza nemmeno aprirlo.
Il corpus dell’operazione quindi diventa la speranza, mai vana a dire il vero, che l’interesse si generalizzi e la curiosità diventi epidemica e prosegua per ciascuno nella propria intimità. Scoprire gli autori che citiamo non è solo un consiglio ma un urlo, affinché la bellezza di quelle storie, artistiche quanto umane, diventino le storie di tutti noi.

Enzo Pertusio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.