Editoriale Novembre 2017

Editoriale di Novembre

PAESAGGI INTERIORI
E poi un giorno Claudio incontra Attilio.
L’avevamo già detto per Vivian Maier: ci sono storie troppo belle per essere vere. Ma le storie belle esistono proprio per dimostrare che tutto è possibile.
Infatti capita che un giorno arriva in Segreteria una mail di un certo Attilio che si vuole disfare del suo patrimonio fotografico, centinaia di diapositive scattate in decenni di attività.
Attilio è un uomo che ha iniziato la stagione crepuscolare della sua vita e non vuole, in un futuro lontano, lasciare scatole e imbarazzi a nessuno. Nel contempo però non vuole buttare i suoi ricordi e cerca qualche appassionato che custodisca le sue immagini più belle.
Claudio mi mette a conoscenza e chiede di potersene occupare lui. Già in questa delicatezza è racchiusa tutta la sua autenticità.
E così avviene l’incontro che origina la magia.
Claudio riconosce la malinconica bellezza delle diapositive di Attilio e decide di vestirle di una nuova aura.
Prova a fare delle sovrapposizioni, quelle che potremmo definire delle doppie esposizioni a posteriori, insomma, delle vere e proprie fusioni di immagini.
Il risultato diventa un lirismo antologico. La classificazione in categorie è sempre antipatica e spesso fuori luogo, quindi parlare di qualcosa simile al pittorialismo o all’astrazione ha poco senso, però possiamo dire che le loro nuove immagini sono piccoli racconti emozionali, sono pennellate di gioia, sono storie vere trasformate in sogni.
Vi consiglio di non perdervele.
Attilio Demitry e Cladio Tizzani, giovedì 14 dicembre in “Suba”.

Enzo Pertusio

Un pensiero riguardo “Editoriale Novembre 2017

  • 7 novembre 2017 in 18:26
    Permalink

    Non vedo l’ora di vedere Claudio e Attilio a dicembre

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.