Editoriale Maggio 2018: Una questione di soldi

Editoriale di Maggio

Una questione di soldi.
Un vecchio fotografo, intendo di quelli nostalgici dell’analogico ma che nemmeno sfuggono alle date sulla Carta d’Identità, mi parlava sconsolato dell’aspetto deteriore del digitale: la svalutazione del denaro nel potere d’acquisto.
Se un tempo compravi una Leica, Hasselblad, o Contax che fosse, avevi investito denaro per il futuro e anche un lustro più tardi avresti ripreso almeno i tuoi soldi.
Quel vecchio fotografo godeva della mia simpatia pregiudiziale, ammirazione immutata negli anni: infatti anche io comprai una delle macchine ammiraglie del tempo pagandola una mezza fortuna, camera che oggi ha il valore di un cheeseburger da asporto!
La tecnologia ha imposto un passo crudele. Ciò che prima era una garanzia economica adesso subisce un processo di alterazione percettiva: tu credi di avere l’ultima chicca del mercato ma il giorno dopo viene spodestata da qualcosa di appena migliore che dimezza sia le quote del tuo acquisto che l’autostima.
Dove finiremo? Pare non ci sia ancora un processo di stallo, ogni anno escono novità eclatanti che fanno spendere e sognare.
Va tutto bene in attesa della prossima era di grandi cambiamenti, purché non si pensi che per fare belle foto basti avere l’ultimo ritrovato dell’industria fotografica.

Enzo Pertusio

Un pensiero riguardo “Editoriale Maggio 2018: Una questione di soldi

  • 1 Maggio 2018 in 17:22
    Permalink

    Hai ragione,Enzo, l’unico rimedio consiste nell’acquistare lo strumento che soddisfa le tue esigenze, non cercare nè prendere in considerazione le novità, limitandosi a scattare fotografie usando soprattutto il cervello che è in grado di ottenere il massimo dai tuoi strumenti senza la necessità di sostituirli. Le aziende vivono cercando di “creare bisogni” in persone che non ne sentivano il bisogno! Quello che dobbiamo accettare è che l’attrezza non rappresenta un investimento se non per ciò che riusciamo a produrre, il valore dell’usato può solo precipitare verso il basso subito dopo l’acquisto!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.