“Autore del Mese” di Luglio

Federico Romussi

La prima fotocamera (una Diana) me la regalò mio padre quando avevo 5 anni. La passione l’ho ereditata
forse dal nonno materno, che però ho potuto conoscere solo attraverso le immagini che mi ha lasciato. La
prima reflex arrivò in adolescenza e da allora è sempre stata una fedele compagna nei miei giri intorno al
mondo. Ho coltivato il mio hobby da autodidatta cominciando dall’analogico per progredire con i nuovi
strumenti digitali, ho imparato molto attraverso il contatto con altri fotografi e la frequentazione di workshop
che mi hanno stimolato a sviluppare la personale ricerca visiva. Anche il lavoro di grandi fotografi del
bianconero (come Ansel Adams e Sebastiao Salgado) e del colore (come Ernst Haas e Steve McCurry) mi ha
colpito profondamente.
Potrei definirmi un outdoor-photographer perché amo viaggiare, scoprire e raccontare le infinite e
meravigliose varietà della natura e della vita, trovando nel mezzo fotografico il modo più espressivo e
congeniale per restituire in immagini le sensazioni e le emozioni che traggo dalla realtà circostante, dove
l’uomo se compare è una presenza discreta, mentre luci e ombre sono sovrani e il colore prevale nel
connotare i soggetti e riempire le forme ed i vuoti. Le Alpi sono uno dei luoghi che prediligo tra quelli a me
più vicini per interpretare il fascino della montagna e scrutarne gli angoli più segreti e nascosti, ogni volta con
sguardo nuovo e desideroso di fermare un attimo lungo il cammino. Nella civiltà la mia fotografia continua
alla ricerca di nuovi significati e la scelta del bianconero è più frequente: qui, dove la luce naturale si confonde
con quella artificiale, le risorse naturali si mescolano con quelle dell’ingegno umano e lo spazio e il tempo si
contraggono, mi piace estrarre l’insolito dal consueto e l’armonia dal disordine, dare forma all’astratto,
semplificare le composizioni per isolare gli elementi che mi interessano in mezzo alla complessità e alla
“densità sociale” dei nostri giorni.
Chi abbia la curiosità di guardare altre immagini, mi trova sul sito web personale
(nikonphotographers.it/federicoromussi), oltre che sui social network più diffusi, quali Instagram e Flickr.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.